Non esiste più

«Alla fine della prima guerra mondiale, in base al patto di Londra, l’Italia avrebbe dovuto vedersi assegnare la Dalmazia, ma le altre potenze non erano d’accordo…»
«Perché? Qual è il motivo per cui l’Italia non ha potuto avere la Dalmazia?»
«…»
«Perché nell’area balcanica stava nascendo un nuovo stato, uno stato che, ai tempi del patto di Londra, nessuno pensava potesse nascere. Qual è il nome di questo stato?»
«…»
«Uno stato piuttosto grande, che si estendeva su gran parte della penisola balcanica… Uno stato che adesso non esiste più… Non ti viene in mente?»
«…»
«La Jugoslavia!»
«Come! La Jugoslavia non esiste più?»
«Be’… da prima che tu nascessi!»
«La Jugoslavia non esiste più! Non è possibile! Ma allora Samarcanda dov’è?»

Annunci

Informazioni su marisasalabelle

Sono nata a Cagliari il 22 aprile 1955. Vivo a Pistoia. Insegno. Mi piace leggere e scrivere.
Questa voce è stata pubblicata in diario, scuola e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

6 risposte a Non esiste più

  1. RobySan ha detto:

    Oh, oh, cavallo, oh oh, cavallo, oh, oh!

    P.S.: na, questa non la credo!

  2. marisasalabelle ha detto:

    Be’, è tutto vero, salvo il fatto che il ragazzo ha detto “Ma allora Sarajevo dov’è?”. Però era troppo semplice, e ho calcato un po’ la mano, lo ammetto.

  3. wwayne ha detto:

    La Geografia è uno degli ambiti su cui anche gli alunni più preparati rivelano delle lacune colossali. Questo a causa del sistema scolastico italiano, che a livello di media superiore la tratta come l’ultima delle discipline: in alcuni indirizzi è del tutto assente, in altri la troviamo solo al biennio e perdipiù accorpata a Storia (con il risultato che il docente fa solo Storia e dichiara di aver fatto anche un po’ di Geografia). Proprio per questo, se mai diventerò un professore, mi riprometto di dare a questa materia la dignità che merita.

  4. marisasalabelle ha detto:

    Raccomando sempre ai ragazzi di farsi delle coordinate spaziali e temporali in cui inserire i fatti storici: quando citano uno Stato o una città chiedo sempre “dov’è” (e loro sbuffano: prof, non è un’interrogazione di geografia!”). Quando presento argomenti che richiedono una visualizzazione dei posti, come per esempio i cambiamenti subiti dai territori di stati o imperi dopo le guerre, oppure la collocazione di importanti città mercantili e porti, eccetera, faccio in modo di utilizzare l’aula LIM per proiettare mappe e cartine. Ma non sempre i risultati sono proporzionati ai miei sforzi.
    Ma la cosa che mi ha veramente colpito in questo caso è che il ragazzo, nato dopo la dissoluzione dello stato jugoslavo, ignorava che questo non esistesse più e non riusciva a farsene una ragione…

    • wwayne ha detto:

      Non mi stupisce che i suoi sforzi non sempre producano dei risultati: purtroppo i ragazzi sanno che la Geografia è una materia marginalizzata dal sistema scolastico, e quindi la sottostimano anche loro.
      Peccato che all’università, qualsiasi facoltà umanistica tu scelga, devi sostenere un esame obbligatorio di Geografia: e se l’ultima lezione seria di quella materia ti è stata impartita in terza media, quell’esame diventa un incubo. Certo, i Suoi alunni difficilmente fanno un percorso post – liceale di questo tipo, ma per tanti altri questo problema si pone eccome.
      Ad ogni modo, Lei non si lasci scoraggiare, e continui a fornire ai Suoi ragazzi più nozioni di Geografia possibile: è impensabile che uno studente prenda un diploma di qualsiasi tipo senza avere chiara almeno la carta europea, senza sapere la differenza tra stato e nazione, senza aver mai sentito parlare dell’indice di sviluppo umano. A presto! 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...