Sono salva

Che io sia poco dotata per la guida, è cosa risaputa, ormai. E non si tratta di un handicap solo mio, anzi, caratterizza più o meno tutti i membri della mia famiglia. La mia amica Monica, che quando facevamo l’università veniva a studiare a casa mia e spesso per tornare a casa sua si faceva dare uno strappo da me, da mio padre o da mia madre o da qualcuno dei miei fratelli, me lo diceva sempre: «Voi Salabelle, molto bravi, molto intelligenti, ma quanto a guidare la macchina… lasciamo stare!»
Di strade, ne conosco poche: quella per andare a scuola, quella per andare a casa dei miei genitori, quella per andare al supermercato e infine quelle per andare a trovare alcune mie amiche. Quando devo andare in luoghi più lontani preferisco fare la passeggera e, in quelle occasioni, non sto certo a scervellarmi per imparare itinerari e riconoscere incroci.
Succede poi che la mia amica Grazia mi telefoni per invitarmi a una cena presso il circolo di Masiano, un paesino qui dei dintorni, per salutare una missionaria laica che è venuta a passare qualche tempo con la famiglia. Succede inoltre che mio marito si trovi casualmente nello Sri Lanka e pertanto non possa farmi da tassista.
«Vengo volentieri, ma non sono tanto sicura di ricordami la strada…»
«Se vuoi ti passiamo a prendere, ma non più tardi delle sei, perché vogliamo partecipare alla Messa!»
Soffro di una leggera forma di allergia alla Santa Messa e glisso:
«No, a quell’ora ho da fare, vi raggiungo più tardi. Piuttosto, aiutami a ricordare: si va per lo stradone…»
«Aspetta, ti passo Stefano, lui te lo sa dire meglio!»
Stefano mi spiega l’itinerario: prendi lo stradone, arriva alla rotonda, vai a sinistra, un’altra rotonda, la seconda a destra, poi… Mi sento già la testa frastornata.
«Ok, ci arriverò, vedrai. Ci siamo stati tante volte!»
«Dopo la quattordicesima svolta vedrai il campanile: a quel punto non potrai sbagliare, il circolo è lì!»
Così, due ore dopo, monto baldanzosa in macchina. Prendo lo stradone, arrivo alla rotonda: destra o sinistra? Sinistra, mi pare, dev’essere sinistra per forza. Vado. E inizio a inoltrarmi in un dedalo di stradine, costeggiate da villette tutte uguali, madonnine agli incroci, distese di vivai ai lati. È buio, naturalmente, e c’è anche un po’ di nebbia. Mi addentro, svolto a destra e a sinistra, riconosco una casa d’angolo, qui ci sono già passata, mi dico, provo nella direzione opposta, non c’è un’anima, sento che mi assale il panico. Dentro la borsa squilla il mio cellulare: è Stefano, mi dico, ha capito che mi sono persa, sta venendo a salvarmi. No, invece: è mio figlio che vuol sapere se mi serve la macchina.
«La macchina ce l’ho io, sto andando a una cena e sono nel mezzo del nulla!» gli dico con appena un filo di isterismo nella voce.
Chiudo la comunicazione e riprendo il mio vagabondaggio nella terra di nessuno. A un tratto, in fondo a una traversa che ho appena superato, lo vedo: il campanile, alto, rassicurante. Faccio inversione, mi fiondo nella stradina, arrivo in piazza della chiesa. Anche per questa volta sono salva.

Annunci

Informazioni su marisasalabelle

Sono nata a Cagliari il 22 aprile 1955. Vivo a Pistoia. Insegno. Mi piace leggere e scrivere.
Questa voce è stata pubblicata in diario e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Sono salva

  1. mapiova ha detto:

    Per cause di forza maggiore io non ho la patente. E’ vero che fare il passeggero è comodo però il rovescio della medaglia è proprio questo “nono stai a scervellarti per imparare itinerai e riconoscere incroci” Il risultato è che dopo un pò ti senti un passo indietro agli altri. Mentre gli altri hanno preso dimestichezza e sembra che abbiano un GPS inserito sotto pelle, tu hai paura di fare qualcosa di nuovo e si diventa insicuri.

  2. marisasalabelle ha detto:

    Hai proprio ragione!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...