Viaggio ad Auschwitz. Capitolo I

Partiamo la mattina del 24 gennaio. Ritrovo alla stazione di Firenze, a mezzogiorno. Siamo un mare di gente, studenti, insegnanti, rappresentanti delle Istituzioni, giornalisti e operatori televisivi, più un piccolo gruppo di ex deportati, persone non giovani, che partecipano insieme a noi al viaggio e testimonieranno raccontando ciascuno la propria storia.
Gli organizzatori distribuiscono degli zainetti arancione contenenti libri e una piccola coperta di pile per il viaggio: le coperte sono nei diversi colori con cui erano indicati i diversi tipi di detenuti, al campo. A me tocca il verde: sono una delinquente comune. Il viaggio nel treno speciale dura oltre venti ore, arriveremo alla stazione di Oswiecim la mattina del 25. Qualcuno ci avvisa: il treno è vecchio, la linea elettrica funziona a tratti, farete lunghe pause, probabile che manchi il riscaldamento. A me andrà bene, il mio vagone ha avuto corrente e riscaldamento per tutto il tempo, ma in altri farà molto freddo e nemmeno le copertine di pile saranno sufficienti. La mattina, prima di arrivare in Polonia, si vedranno girare per i corridoi ragazzi scarruffati e pallidi per la notte in bianco, ragazze infagottate in vari strati di maglie, con le dita intirizzite e la copertina rossa, gialla, rosa o verde sulle spalle. Non so se la Regione abbia voluto trasmetterci un messaggio del tipo: volete visitare Auschwitz? E credete di poterlo fare viaggiando in tutta comodità? Eh, no, troppo facile! Assaggiate un milionesimo del disagio provato dai deportati, e poi ne riparliamo. Sta di fatto che molti hanno il naso rosso e gli occhi lucidi, e non per la commozione, ma per un banale raffreddore.

Informazioni su marisasalabelle

Sono nata a Cagliari il 22 aprile 1955. Vivo a Pistoia. Insegno. Mi piace leggere e scrivere.
Questa voce è stata pubblicata in diario, scuola e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Viaggio ad Auschwitz. Capitolo I

  1. Pingback: Obsoleti | marisa salabelle

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...