Sottomessa

In questi giorni molti opinionisti, commentando variamente gli orribili fatti di Parigi e riflettendo sulle caratteristiche vere o presunte della civiltà islamica, si soffermano sull’etimologia della parola “Islam”, che può essere tradotta come “sottomissione”. E Sottomissione è il titolo del romanzo appena uscito di Michel Houellebecq. Il concetto di sottomissione tuttavia non appartiene solo alla cultura islamica. È molto noto e discusso il libro di Costanza Miriano “Sposati e sii sottomessa”. L’autrice, cattolica fervente, invita le sue amiche a sposarsi e a essere sottomesse ai loro mariti, secondo quanto afferma San Paolo nella lettera agli Efesini.
«Sottomesse nel significato di stare sotto, sostenere, sorreggere, perché sotto si mette chi è più solido e resistente, perché è chi sta sotto che regge il mondo.»
In un’intervista a Iodonna, settimanale del Corriere della sera, Costanza dice che il segreto di un matrimonio felice è la donna.
«Il segreto è la donna. In realtà la buona riuscita di un matrimonio sta soprattutto nella capacità della donna di essere accogliente, di smussare gli angoli, di non pretendere dall’altro la completa soddisfazione di tutte le proprie ansie. Per esempio a livello pratico se una è scontenta, è preoccupata, non deve subito chiamare il marito e sovraccaricarlo di lamentele, perché un uomo quando sente un problema cerca una soluzione pratica mentre magari invece noi vorremmo solo sfogarci e poi ci dimentichiamo. Invece l’uomo non si dimentica e il peso gli rimane tutto sulle spalle, quindi da un punto di vista pratico questo è il consiglio principale.»
Non sono per niente d’accordo con questa idea della donna, con questo modo di pensare i ruoli nella coppia, per non dire che mi fa venire i brividi solo l’idea che la donna debba essere “sottomessa”; mi sono sempre battuta per la parità dei generi e contro la discriminazione.

Annunci

Informazioni su marisasalabelle

Sono nata a Cagliari il 22 aprile 1955. Vivo a Pistoia. Insegno. Mi piace leggere e scrivere.
Questa voce è stata pubblicata in diario, leggere e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

5 risposte a Sottomessa

  1. tramedipensieri ha detto:

    Un pensiero cosi non l’ha mai avuto neppure mia nonna! 😊.
    Per dire…

  2. marisasalabelle ha detto:

    La mia sì, devo ammetterlo.
    Ma la cosa triste è che lo condividano giovani donne di oggi!

  3. claudio ha detto:

    Bello questo blog Marisa! Che bello che tu condivida la tua scrittura con gli altri…Abbraccio!

  4. Bene ha detto:

    Quello che mi fa arrabbiare di più è che la bibbia viene presa alla lettera solo quando conviene.
    Quando invece dice cose scomode davvero, allora si glissa …. la donna sottomessa di san Paolo va bene ( … ) ma che ‘le prostitute ci precederanno’ o che ‘non si può servire a Dio e al denaro’ per citarne solo due … beh sono storielle….
    Osservo anche io un triste ritorno a concetti pre-femministi anche nelle ragazze giovani e sono rattristata, sconcertata. Continuo però a credere fermamente nella parità di genere anche nella Chiesa dove il cammino da fare è ancora lungo….
    Grazie Marisa delle tue belle riflessioni giornaliere 🙂
    bacio

  5. marisasalabelle ha detto:

    Grazie Claudio, grazie Bene. Sì, è vero che sta riprendendo campo un pensiero che cozza con gli ideali con cui, almeno noi, siamo cresciute. Sarà che siamo irrimediabilmente novecentesche…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...