O te

Sono le 11.15, la ricreazione è appena finita. Sono già in cattedra e aspetto che i ragazzi rientrino in classe dopo aver finito di mangiare la merenda e spento, o almeno silenziato, il loro telefonino. Ecco Franco, col suo passo dinoccolato. Andrea ed Enrico, che ridono e si danno delle spinte per gioco. Matteo, col suo cappellino sempre calcato sulla fronte, guadagna l’ultimo banco. No, aspetta: quello non è Matteo, che si è diplomato a giugno e ora va all’università. Certo che visto di spalle gli somiglia… e l’altro che viene dietro a lui… non è Alessandro? Devo avere le allucinazioni…
«Coraggio, ragazzi, sedete che cominciamo. E tu con quel cappellino, girati, non si volgono le spalle all’insegnante!»
Si è girato e… o te, non era davvero lui?

Annunci

Informazioni su marisasalabelle

Sono nata a Cagliari il 22 aprile 1955. Vivo a Pistoia. Insegno. Mi piace leggere e scrivere.
Questa voce è stata pubblicata in diario, scuola e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...