C’è qualcosa

Entro nella mia quarta, una classe non molto numerosa, costituita da quel che resta della turbolenta terza dell’anno scorso e da un pizzico di ripetenti. Nell’aula, i banchi non sono assiepati come l’anno scorso, e i ragazzi sono docili e silenziosi. Erano così anche allora, dico a me stessa per sdrammatizzare. Erano i più diligenti, i più tranquilli, quelli che lavoravano con impegno e le cui voci gentili erano sopraffatte da quelle più forti e decise dei ribelli, dei facinorosi. Non per nulla questi sono in quarta, ora, e quegli altri, smistati in tre terze diverse, allontanati, ostracizzati. Eppure c’è qualcosa che mi turba in questa mitezza, in questa calma surreale. Non è che sento la mancanza dello sghignazzo di Aldo, delle provocazioni di Massimiliano, dei compiti in bianco di Ettore? No, non è possibile, dai. No.

Annunci

Informazioni su marisasalabelle

Sono nata a Cagliari il 22 aprile 1955. Vivo a Pistoia. Insegno. Mi piace leggere e scrivere.
Questa voce è stata pubblicata in diario, scuola e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...