Sindrome della prof

Chi è affetto dalla “sindrome della prof” presenta svariati sintomi. Tende a parlare a lungo con voce stentorea, obbliga gli interlocutori ad ascoltare in silenzio i suoi sproloqui e a rimanere seduti al proprio posto. Spesso il paziente identifica come suoi ex allievi persone che non ha mai visto prima, saluta e abbraccia perfetti sconosciuti, suscitando non poco imbarazzo intorno a sé.
Qualche sera fa sono stata invitata a una cena da amici di miei amici: erano presenti molte coppie che non conoscevo, alcune della stessa età mia e di mio marito, altre molto più giovani. Non appena ho visto un bel giovanotto alto e prestante svettare in mezzo a piccole professoresse e anziani impiegati, ho avuto un tuffo al cuore: senza ombra di dubbio mi trovavo davanti il carissimo Federico, mio alunno tanti e tanti anni fa.
«Noi ci conosciamo!» gli ho fatto con un sorriso, tendendogli la mano.
«Hmm…»
«Non ti ricordi?»
«Ecco… certo ci siamo già incontrati, ma in questo momento mi sfugge…»
«Ma sì!»
«Ci saremo visti a scuola…»
«Infatti! A scuola!»
Vedevo che non era convinto. «Come ti chiami?» gli ho chiesto.
«Riccardo. Sono il marito di Giorgia… quella biondina lì…»
«Ah, Riccardo… scusa, sai… ti avevo preso per un mio ex alunno…»

Informazioni su marisasalabelle

Sono nata a Cagliari il 22 aprile 1955. Vivo a Pistoia. Insegno. Mi piace leggere e scrivere.
Questa voce è stata pubblicata in diario, scuola e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...