L’ultima curva

E poi ci sono quelli che vengono a scuola tutti i giorni, che non hanno insufficienze da rimediare, notti da passare sui libri, compiti da saltare o da recuperare, e non importa se presentandosi in classe rischiano di sentirsi rivolgere qualche domanda, tanto sono in pari su tutti gli argomenti, stanno sempre attenti e non hanno paura di farsi beccare impreparati. Ma persino loro sono stufi di starsene inchiodati in quei banchi troppo piccoli e di ascoltare le farneticazioni di insegnanti disperate, che continuano a tirar fuori dal cilindro argomenti nuovi, hanno l’ansia del programma da finire e consultano le colleghe con domande oziose tipo: a che punto sei con letteratura in quarta? Oppure: quest’anno lo fai il Manzoni?
Basta, pietà, pensano i ragazzi più attenti e volenterosi, prendendo gli ultimi appunti su foglietti volanti, che c’importa ormai di Manzoni e Leopardi, del secolo d’oro e della strage degli ugonotti. Lo pensano, ma non lo dicono, perché sono ragazzi garbati, e gli dispiace vedere la prof ansimare sull’ultima curva del programma, tra Ariosto e Tasso, Machiavelli e Guicciardini, e vorrebbero rassicurarla dicendo: non si preoccupi, prof, che noi le vogliamo bene lo stesso, anche se non ha finito il programma, e le promettiamo che durante le vacanze andremo su Wikipedia e studieremo da soli tutto il Rinascimento, solo per farla contenta, basta che ora si dia una calmata e accetti l’inevitabile: anche quest’anno sta per finire.

Informazioni su marisasalabelle

Sono nata a Cagliari il 22 aprile 1955. Vivo a Pistoia. Insegno. Mi piace leggere e scrivere.
Questa voce è stata pubblicata in diario, scuola e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

5 risposte a L’ultima curva

  1. tramedipensieri ha detto:

    Hanno ragione…con questo caldo poi…

  2. marisasalabelle ha detto:

    Non fa mica tanto caldo, sai. Forse da domani…

  3. RobySan ha detto:

    “Andremo su Wikipedia…” e ci riempiremo la testa con un pacco di approssimazioni ché tanto la memoria è lì e non c’importa se non ci rimane il concetto a noi, tanto su Wikipedia ci andiamo tutte le volte che vogliamo.

  4. Andrea Biagioni & Iacopo Erpichini ha detto:

    Prof lo sa che è bellissima oggi?

  5. marisasalabelle ha detto:

    Certo che lo so… 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...