L’amica geniale

Per ora sono usciti tre volumi che compongono la saga di Elena e Lila, le due amiche narrate da Elena Ferrante: L’amica geniale, Storia del nuovo cognome e Storia di chi fugge e di chi resta. Penso, e spero, che ne debba uscire un quarto, e magari un quinto: fino a che la vicenda narrata non si sarà ricongiunta col presente, in cui Lila è scomparsa e Elena decide di scrivere la storia sua e della sua amica.
Si tratta di un’opera ambiziosa, una vera saga, con tanto di schema dei personaggi e delle loro famiglie, e mi ha davvero preso. Le due amiche fanno conoscenza che sono bambinette di cinque o sei anni, vivono in un quartiere degradato di Napoli, attraversano l’infanzia tra esperienze concrete nel mondo reale e imprese fantastiche sognate e immaginate grazie alla loro fervida immaginazione; sono in simbiosi, inseparabili, ma crescendo prendono strade diverse: Lila rimane ancorata al quartiere, alla sua componente popolana, rozza, violenta, Elena invece studia, scrive un romanzo, sposa un docente universitario. Le loro strade si separano, si incrociano, si perdono e si ritrovano mille volte. I loro destini sono diversi ma simili per l’insuccesso che le accomuna come mogli e come madri, per l’insoddisfazione e l’infelicità che entrambe provano.
Attraverso la biografia delle due amiche, nate nel 1944, l’autrice propone una lettura approfondita e molto persuasiva di Napoli e dell’Italia dal dopoguerra agli anni ’80, periodo in cui, per il momento, arrivano le vicende narrate nei tre volumi.
Forse la storia di Elena e Lila è più simile a un romanzo ottocentesco che a certe robine smilze smilze di cui capita di leggere gli elogi sulle cronache letterarie, o a certe opere altrettanto ambiziose ma più innovative nelle intenzioni, meno felici nei risultati, di cui ugualmente capita di leggere sulle riviste cartacee e online: a me però è piaciuta molto, e non vedo l’ora di poterne continuare la lettura, nella speranza che la misteriosa autrice voglia completare l’opera facendoci conoscere la sorte delle sue eroine.

Annunci

Informazioni su marisasalabelle

Sono nata a Cagliari il 22 aprile 1955. Vivo a Pistoia. Insegno. Mi piace leggere e scrivere.
Questa voce è stata pubblicata in leggere e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a L’amica geniale

  1. annaba1 ha detto:

    Elena Ferrante mi piace moltissimo, L’amore molesto è stato un vero e proprio colpo di fulmine per me 🙂 Tra l’altro consiglio anche il film!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...