Accorgersi

«Ragazzi, lo so quello che pensate. “Questa è un’anziana signora un po’ svanita, possiamo giocarle qualche scherzetto e lei nemmeno se ne accorgerà”. Lo so, ma vi sbagliate. Credete che non me n’accorga quando Giorgio, di quarta, entra con aria disinvolta in terza, si dirige verso un banco a caso e si siede ostentando la massima naturalezza, come se fosse a casa sua? Credete che non lo veda, Pietro, che fa capolino da dietro la colonna, credete che non colga i vostri sorrisetti e sguardi d’intesa, davvero credete che mi sia rimbambita fino al punto di confondere Samuele col tecnico della macchinetta del caffè, solo perché si è messo un berrettino col logo della ditta, o di vedere in lontananza Massimiliano e scambiarlo per Mario, il supplente di matematica del corso C, solo perché porta sottobraccio un registro che ha trafugato chissà dove? Io mi accorgo di tutto, e se faccio finta di no è solo perché so stare al gioco.
Oh, ecco la Tina che ci porta qualche circolare da leggere. Vieni, Tina, come ti sta bene il grembiule nuovo… ma, aspetta… tu non sei… non mi sembri… non sarai mica…»

Annunci

Informazioni su marisasalabelle

Sono nata a Cagliari il 22 aprile 1955. Vivo a Pistoia. Insegno. Mi piace leggere e scrivere.
Questa voce è stata pubblicata in diario, scuola e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Accorgersi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...