Paranoia

In occasione delle feste, non potevo fare a meno di andare a trovare zia Marietta alla casa di riposo. La trovo nel salottino, che legge Se questo è un uomo.
«Una lettura non proprio allegra» commento.
«Be’, cosa vuoi, mi è sembrata adatta alla mia situazione.»
«In che senso, zia?»
«Ecco… ho avuto la visita dell’ortopedico. Mi ha fatto spogliare, e poi si è messo a parlare con l’infermiera. “La vede?” ha detto. “Tutta storta… e senta qua… niente tono muscolare!” e intanto mi palpava le braccia. Parlava di me come se nemmeno fossi là. Mi aspettavo che da un momento all’altro decidesse di spedirmi alla camera a gas!»
«Ma figurati, cosa vai a pensare!»
«E come te la spieghi la sparizione della Cesarina? La scomparsa della Fedora? E Giuseppina… dicono che sia andata a casa per le feste… ma io non ci credo!»
«Stai diventando paranoica» le dico, e intanto mi guardo intorno nel salottino: è vero, l’ultima volta c’erano molte più vecchiette sedute in poltrona o sul divano, e quella sorvegliante impettita, dove l’ho già vista? Somiglia in modo preoccupante a Kathy Bates…

Annunci

Informazioni su marisasalabelle

Sono nata a Cagliari il 22 aprile 1955. Vivo a Pistoia. Insegno. Mi piace leggere e scrivere.
Questa voce è stata pubblicata in diario e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Paranoia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...