Paradigmi

Zia Marietta si è operata. È stato un intervento difficile, e zia Marietta è anziana: ora si trova nel reparto di rianimazione, un ambiente supertecnologico, una grande stanza con quattro letti, molto distanziati tra loro, in cui i pazienti sono collegati a tubi e macchinari che emettono suoni e ronzii, immersi in una luce abbagliante 24 ore su 24 e sorvegliati a vista da un tecnico arroccato in un box a vetri che si trova al centro della stanza. Posso farle una breve visita a condizione che mi bardi con camice, mascherina e soprascarpe verdi.
«Sono io» le dico, temendo che non mi riconosca, conciata così.
«Eh, ti vedo! Non mi sono mica rimbambita!»
«Certo che no, zia.»
Da giovane, zia Marietta era professoressa di latino e greco, e mi ha dato tante di quelle ripetizioni, che non so più se la adoro o la detesto.
«Sai, prima dell’operazione avevo paura, mi dicevo, e se quando mi risveglio dall’anestesia sono diventata scema? Così, quando mi sono svegliata, ho cominciato a ripassarmi i paradigmi dei verbi. Fero fers tuli latum ferre! Mi ricordavo tutto alla perfezione! Non ce l’avete fatta a rincretinirmi, ho pensato!»

Annunci

Informazioni su marisasalabelle

Sono nata a Cagliari il 22 aprile 1955. Vivo a Pistoia. Insegno. Mi piace leggere e scrivere.
Questa voce è stata pubblicata in diario e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Paradigmi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...