Figure retoriche

Sono settimane che do la caccia a Fulvio. Non è venuto alla verifica di storia, non ha fatto il test sulla Divina Commedia, non riesco a interrogarlo: quando ci sono io lui è assente, entra alla seconda ora quando io ho la prima, esce in anticipo quando ho lezione all’ultim’ora. Stamani mi lamento di lui coi suoi compagni:
«Se qualcuno di voi vede Fulvio, gli dica che lo devo interrogare, siamo agli ultimi giorni, che senso ha continuare a scansarmi?»
«Ha avuto la febbre, prof!»
«Sì, certo!»
«Veramente, prof. È stato assente tutta la settimana, ma l’ho sentito ieri sera, ha detto che sta studiando per l’interrogazione di storia, domani sarà presente.»
«Ci crederò quando lo vedrò.»
«Ci può contare, prof. Mi fido di Fulvio!»
«Mi fido di Fulvio… sicuro! Ragazzi, che figura retorica riconoscete in questa frase?»
«Un’allitterazione!»
«Un’allitterazione, sì, certo. Ma quella a cui stavo pensando è un’altra figura… chi sa dirmi quale?»
«Un ossimoro, prof!»

Informazioni su marisasalabelle

Sono nata a Cagliari il 22 aprile 1955. Vivo a Pistoia. Insegno. Mi piace leggere e scrivere.
Questa voce è stata pubblicata in diario, scuola e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...