Ancora tu

«Professoressa, lei che… ehm, lei che ha un’età ragguardevole… certamente si ricorderà come fa quella canzone di Lucio Battisti…»
Antonio mi ferma mentre percorro il corridoio A del Terzo Piano. Lo guardo socchiudendo un occhio:
«Quale canzone?»
«Quella che inizia Ancora tu…»
«Ancora tu… non mi sorprende lo sai…»
Dall’angolo col corridoio B sbuca Nina, l’insegnante di elettronica, e continua:
«Ancora tu… ma non dovevamo vederci più?»
Dal ripostiglio delle scope esce Susanna, la bidella del piano, agitando sinuosa il suo grosso sedere:
«E come stai… domanda inutile…»
«Stai come me, e ci scappa da ridere…», si aggiunge il prof di religione, sbucando dalla biblioteca.
«Oh, lo so, cosa tu vuoi sapere…», siamo un coro, ormai, ci sentono per tutto il piano, accorrono da ogni aula, ancheggiano, schioccano le dita, nessuno si ricorda più delle lezioni, delle interrogazioni, dei compiti.
Passa il preside. Panico, silenzio improvviso.
«Nessuna no, ho solo ripreso a fumare», conclude, col suo vocione stonato.

Informazioni su marisasalabelle

Sono nata a Cagliari il 22 aprile 1955. Vivo a Pistoia. Insegno. Mi piace leggere e scrivere.
Questa voce è stata pubblicata in diario, scuola e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...