La perdono

Ore 11.05, ho lezione in Quinta A. La ricreazione è appena finita, i ragazzi vengono dal laboratorio di meccanica, hanno attraversato tutta la scuola, arrivano alla spicciolata. Aspetto con pazienza che ci siano tutti: passano cinque minuti, i banchi sono pieni ormai, posso iniziare la mia lezione, quando mi accorgo che in terza fila il posto di Lorenzo e quello di Marcello sono vuoti. Ragazzi, chiedo, dove sono i vostri compagni? Ehm, rispondono. Uhm. Erano con voi in laboratorio? Sì, certo, c’erano. E dove sono finiti, ora? Mando Daniele a cercarli. Torna dopo un po’, quando sto cominciando a preoccuparmi anche per lui: non ci sono, non si trovano, nessuno ne sa niente. Scusate, ragazzi, dico, ma è meglio che ne parli col vicepreside. Vado dal vicepreside, controlliamo il registro elettronico, Lorenzo e Marcello risultano presenti. Scrivi una nota, che io vado dal dirigente, mi dice il collega. Eseguo, poi torno in classe. Dopo una mezzoretta noto che parecchi sguardi sono puntati verso la finestra, da cui si vede il piazzale. Professoressa, eccoli, sono là fuori. Mi affaccio. Lorenzo e Marcello sono là, mi salutano con la mano, felici.
Finita l’ora, vado dal vicepreside, perché c’è qualcosa che non mi convince. Non convince neanche me, dice: vai a parlare col preside.
Il dirigente è un uomo anziano, prossimo al pensionamento. Il ragazzo, quello alto, ha il babbo all’ospedale, l’ho autorizzato io a uscire, mi dice. Ho dimenticato di segnalare l’uscita sul registro elettronico, ecco perché risultava presente.
Preside, il ragazzo ha il babbo all’ospedale, è vero, ma non è certo andato a trovarlo: cinque minuti fa era nel piazzale che mi faceva ciao con la mano. E comunque, l’altro? L’altro non ha parenti malati cui fare visita.
Mi ha detto che accompagnava il suo amico… io, se un ragazzo mi dice una cosa, gli credo!
Il giorno dopo Lorenzo viene a trovarmi mentre sto facendo lezione in Terza C. Le volevo dire, professoressa… non è colpa sua se non sapeva che avevo l’autorizzazione del preside… anche se mi ha fatto rapporto, io non sono arrabbiato con lei! La perdono!

Annunci

Informazioni su marisasalabelle

Sono nata a Cagliari il 22 aprile 1955. Vivo a Pistoia. Insegno. Mi piace leggere e scrivere.
Questa voce è stata pubblicata in diario, scuola e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...